• Formazione

    Formazione

  • Consulenza

    Consulenza

  • Altri Corsi

    Altri Corsi

  • Altre Consulenze

0
0
0
s2sdefault

Il 20 agosto 2018 è stata pubblicata la nuova edizione della norma ISO 50001, Sistemi di Gestione dell’Energia, che andrà a sostituire quella del 2011.

La norma internazionale ISO 50001 certifica il Sistema di Gestione dell’Energia di una qualsiasi organizzazione (azienda, ente pubblico, ente no-profit ecc.) ai fini di migliorare la gestione degli usi energetici e attivare un miglioramento della performance energetica dell’organizzazione.

 

Perché è stata rivista la ISO 50001?

Come tutti gli standard ISO, la ISO 50001 viene revisionata ogni cinque anni per garantire che sia aggiornata con le esigenze del mercato.

Uno dei motivi principali dell’aggiornamento della norma ISO 50001 era l’allineamento con i requisiti ISO per gli standard dei sistemi di gestione, compresa la struttura High Level Structure (HLS), un framework progettato per facilitare l’integrazione di nuovi argomenti di gestione nei sistemi di gestione stabiliti di un’organizzazione.

Altre importanti modifiche rispetto alla precedente edizione includono una maggiore enfasi sul ruolo del top management, aggiornamenti di termini e definizioni, nonché la normalizzazione e la chiarificazione del testo dell’indicatore di prestazione energetica (EnPI) e del testo di riferimento energetico (EnB) per fornire una migliore comprensione di questi concetti.

La nuova ISO 50001:2018 è pertanto articolata secondo gli stessi 10 capitoli che si ritrovano, ad esempio, nelle versioni 2015 delle norme ISO 9001 e ISO 14001:

  1. Scopo e campo di applicazione
  2. Riferimenti normativi
  3. Termini e definizioni
  4. Contesto dell’organizzazione
  5. Leadership
  6. Pianificazione
  7. Supporto
  8. Attività operative
  9. Valutazione delle prestazioni
  10. Miglioramento

La norma ISO 50001:2018, oltre ad una bibliografia, comprende inoltre una Linea Guida per l’uso (Appendice A) e fornisce la corrispondenza tra i requisiti presenti nella prima e nella seconda versione dello standard (Appendice B).

La nuova struttura della ISO 50001 facilità sia l’integrazione con altri sistemi di gestione che per le organizzazioni già certificate, con uno o più sistemi di gestione, la sua implementazione che prevedono numerosi requisiti sostanzialmente analoghi.

Nella nuova versione, rispetto alla precedente ISO 50001:2011, viene dato risalto anche all’importanza:

  • del contesto in cui opera l’Organizzazione al fine del raggiungimento degli obiettivi del SGE
  • dei bisogni ed attese degli stakeholder;
  • sul ruolo del Top Management nel sostenere l’implementazione del SGE

 

Quali sono i principali cambiamenti?

La nuova versione della norma ISO 50001 si arricchisce inoltre di dettagli utili all’implementazione del Sistema di Gestione dell’Energia, sottolinea il focus tecnico su alcuni aspetti e fa propri alcuni concetti espressi e chiariti in altre norme ISO di approfondimento della stessa serie (ad esempio ISO 50006, ISO 50003, ISO 50015, ecc.). Altri elementi di novità e di integrazione sono finalizzati anche a dare alla norma ISO 50001 maggiore aderenza e congruenza nei confronti di ciò che si sta evolvendo a livello internazionale, sia in ambito cogente (ad esempio la direttiva Eu 27/2012) sia volontario (ad esempio il protocollo Evo Ipmvp).

Il periodo di transizione per il passaggio alla nuova edizione è fissato a 3 anni dalla data di pubblicazione.

 

Quali benefici porterà ISO 50001 alle organizzazioni?

L’ISO 50001:2018 fornisce una serie di requisiti che consentono alle organizzazioni di:

  • Sviluppare una politica per un uso più efficiente dell’energia
  • Fissare obiettivi per soddisfare tale politica
  • Raccogliere dati per comprendere e prendere decisioni sull’uso dell’energia
  • Misurare i risultati ottenuti
  • Revisione dell’efficacia della politica energetica
  • Migliorare continuamente la gestione energetica

Partners

 
 
 
 

Corsi in Partenza

Vedi tutti

Newsletter

Calendario

loader